Quali sono i tipi di cookie che possono essere utilizzati?

Posted on

da Redazione VivereZen Le tarme dei tessuti o tarme della lana sono principalmente le specie Tineola bisselliella e la Tinea pellionella.

Le larve giovani non disdegnano anche altre fibre vegetali oltre alla lana ed tutti gli altri tessuti contenenti cheratina. Vi sono varietà alte (anche 1,5 metri) e varietà più compatte ( 35-40 cm) che possono essere utilizzate con scopi diversi. Anche questo programma non è adatto a tutti i tessuti, i tessuti sintetici e tessuti con colori delicati sono infatti esclusi. Per i sintetici e per tessuti colorati si possono usare prodotti specifici Come si può immaginare il detersivo riduce la carica batterica per azione chimica. Esistono in commercio anche degli additivi igienizzanti che eventualmente possono essere integrati ai detersivi liquidi senza candeggianti e che sono compatibili sia con i colori che con i sintetici. 4 Elimina i prodotti che possono essere dei buoni nascondigli per le larve. Il riso e altri prodotti a base di cereali sono le possibili fonti, ma anche la farina, il tè e le noci possono sviluppare le larve. Nei tessuti, di abiti o degli arredamenti, che si usano quotidianamente possono annidarsi diverse spiacevoli sorprese: gli insetti dei tessuti. Sono tanti gli oggetti in cui possono trovare tali sostanze: adesivi, colle, carta incollata e quindi libri rilegati e lettere.

Tarme e parassiti possono invadere la nostra dispensa: scopri come eliminare insetti in maniera naturale utilizzando rimedi fai da te veloci, efficaci ed ecologici.

  • (polvere costituita da fibre di lana, cotone, seta, peli di pellicce).

Nelle abitazioni attacca di preferenza tessuti di lana e piume; talvolta anche fibre di seta e cotone.

Se invece in casa vi sono degli animali è possibile trovare anche zecche e pulci, parassiti molto aggressivi che possono attaccare anche l’uomo. E’ importante conoscere quali possono essere i vari parassiti dei tessuti così da avere sempre pronta la soluzione per combatterli in modo efficace. Sono tante le specie di insetti che si possono trovare all’interno dei tessuti e che possono infestare un determinato ambiente. Tinea pellionella, tarma comune dei tessuti ed antreno sono soltanto alcuni esempi di parassiti che possono risultare particolarmente fastidiosi. Questo tipo di parassiti dei tessuti possono accedere all’ambiente di casa tramite cavità del tetto o anche punti aperti con l’esterno. Pertanto le larve delle tarme possono nutrirsi a spese di pellicce, di lana, di tessuti in seta ed anche di fibre di origine vegetale (cotone). Gli steli della lavanda sono a carattere legnoso, molto dritti e possono arrivare ad una lunghezza di circa un metro. Lo si rinviene spesso nelle abitazioni in cui sono presenti mobili antichi o vecchie imbottiture crine o di lana, nelle quali possono annidarsi gli anobici. I pidocchi infatti possono provocare un intenso prurito, ma possono anche non dare alcun segno della loro presenza.

Oltre all’ossiuriasi, questi parassiti possono provocare altre malattie?

  • con prodotto antitarme di tipo chimico o naturale da posizionare negli ambienti infestati;
  • con lampade UV esercitando un’azione adulticida;
  • con fumogeni che uccidono la tarma anche allo stadio larvale.

Altri parassiti, come gli acari della polvere, sono noti per le allergie che provocano; alcuni si possono attaccare agli animali domestici mentre altri ancora invadono il giardino e il cortile.

La biancheria da letto è la zona dove più probabilmente si insediano questi fastidiosi insetti, anche se sono fortemente presenti un po’ in tutti i tipi di tessuti. Le malattie parassitarie sono tante e i cani sono tra gli animali più a rischio e se non curati per tempo possono ammalarsi gravemente. Esistono poi insetti come le zanzare che non vengono considerati veri e propri parassiti, ma che possono comunque veicolare malattie parassitarie. Per tenere lontano i parassiti dall’animale domestico, in farmacia si possono trovare collari e antiparassitari adatti a cani di ogni taglia. Non sono molto selettive nella scelta dell’organismo da parassitare e possono scegliere diverse specie animali, non ultimo l’uomo. La foto mostra l’accumulo di parassiti isolanti sintetici: Pidocchi evitare lucido, seta e abiti di raso, come tessuti di lana e cotone. Anche se non si sono mai visti gli insetti “incriminati”, basta trovare dei gusci d’uova o i residui della muta per capire che si ha la stanza infestata. «L´esito» fa sapere l’Usl «ha evidenziato che si trattava di piccoli coleotteri, parassiti della lana, che vivono nei tessuti dei vestiti. Si possono trovare nelle stanze da letto fra le pieghe di stoffe, nelle imbottiture varie dei mobili, nelle screpolature delle tappezzerie, dove ci sono piccoli allevamenti di animali.

  • la tarma dei crini (Tineola bisselliella), la specie più comune;
  • la tignola delle pellicce (Tinea pellionella), meno comune della precedente e più piccola;
  • la tarma dei tappeti (Tricophaga tapetzella).

Alcune larve di parassiti intestinali possono penetrare nei tessuti, creando così dei ceppi di infezione, perchè il sistema immunitario li considera come corpi estranei.

A causa della reazione immunitaria possono formarsi anche reazioni allergiche come conseguenza di attività di parassiti intestinali o altre forme di parassita. Possono infatti esserci uova sulla superficie della pelle, sotto le unghie, nella casa del bambino, nelle lunzuola, negli abiti, ma anche nella polvere. Gli ascaridi sono dei parassiti intestinali che nella loro forma adulta possono raggiungere anche i 25 cm di lunghezza. Le blatte contaminano i cibi, distruggono carta e tessuti, possono scatenare asma e reazioni allergiche. A guardarli attentamente sono molto simili a fili di lana bianchi e se particolarmente formati è possibile osservarli anche sottopelle, consentendo una diagnosi piuttosto rapida, da parte del pediatra. Le loro larve traggono nutrimento dai tessuti, in particolare dalla lana. Controllate anche tra le pieghe perché spesso le uova si annidano proprio lì oppure negli angoli della dispensa, dove possono esserci delle formazioni filamentose simili a ragnatele. I topi sono portatori di malattie che possono contagiare facilmente sia bambini che adulti e per questo è essenziale mantenerli lontano da casa. Inoltre, essi sono un periodo piuttosto lungo e possono fare a meno del cibo - a volte anche fino a 20 giorni. Le pulci - anche alcuni parassiti, che molto spesso si possono trovare in abitazione umana. E ‘dimostrato che questi parassiti domestici possono causare infezione umana con vermi e anche alcune malattie infettive, quindi la loro tempestiva distruzione è necessaria. Molto spesso derivare kozheedy insetticidi aerosol diversi, ma anche rimedi popolari nel caso di questi insetti possono essere di grande aiuto. I protozoi che, comportandosi come parassiti, possono causare malattie nell’essere umano sono chiamati anche protozoi patogeni. Le tarme della lana sono uno dei pericoli maggiori per i vestiti invernali. È importante innanzitutto prestare sempre attenzione all’eventuale presenza di tarme della lana nei propri indumenti, non dimenticando di verificare anche l’eventuale presenza di larve. Stiamo parlando della tarma; insetto simile alla farfalla che si nutre di tessuti come il cotone, la lana e la seta, oltre che di altre sostanze contenenti cheratina. Questi parassiti si possono talvolta trovare anche nelle ascelle, nei capelli e nelle sopracciglia. ndAdmin] Ci sono come detto i prodotti e vanno comunque usati con cautela, sono antiparassitari, e possono essere anche tossici o avere effetti collaterali se usati indiscriminatamente.